Citazioni del giorno:

Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: il blog al momento è in fase di rinnovo totale, quindi subirà dei rallentamenti!

domenica 9 aprile 2017

Recensione "Va' dove ti porta il cuore" di Susanna Tamaro

Quando ho deciso di leggere questo libro, cercavo una lettura breve ma meritevole e la mia scelta è caduta su questo libro che aspettavo da anni di leggere. E ho fatto la scelta giusta.

Titolo: Va' dove ti porta il cuore
Autore: 
Susanna Tamaro
Editore: Rizzoli
Pagine: 196
Prezzo: 8,90 €
Data di uscita: 1995
voto: 
Trama: "Và dove ti porta il cuore", racconta una storia forte e umanissima in forma di lunga lettera - scandita come un diario - di una donna anziana alla giovane nipote lontana. È una lettera di amore e allo stesso tempo una pacata ma appassionata confessione a cuore aperto di un'intera vita che nel gesto della scrittura ritrova finalmente il senso della propria esperienza e della propria identità.

 RECENSIONE: «Le lacrime che non escono si depositano sul cuore, con il tempo lo incrostano e lo paralizzano come il calcare incrosta e paralizza gli ingranaggi della lavatrice.»
Quanto spesso ci siamo ritrovati a pensare alle parole non dette, a rimpiangere quel momento in cui abbiamo nascosto i nostri sentimenti, i nostri pensieri? Magari ci siamo ritrovati davanti a un foglio di carta e abbiamo cominciato a scrivere nella speranza di poter porre rimedio o anche solo di liberare la coscienza, scrivere per dire ciò che non abbiamo avuto il coraggio di affrontare, scrivere nella speranza che l'altra persona potesse leggere e capire per poi non consegnare mai quella lettera segreta.
Tra tutte le relazioni quella tra madre e figlia è forse la più complicata, fatta di amore e lotta, simbiosi e ribellione, quasi fosse creata da fili sottilissimi eppure saldi tanto che possono diventare invisibili senza tuttavia spezzarsi mai del tutto. Ma quando invece della madre c'è una nonna cosa accade? C'è una qualche sorta di predestinazione nella vita familiare delle donne, una sorta di cammino prescritto che ci lega e ci proietta verso gli stessi errori e le stesse paure e il nostro compito è spezzare quel circolo per costruire una nuova strada.
E così giorno dopo giorno, errore dopo errore, si diventa estranei e ci chiudiamo in un silenzio carico di amore non pronunciato. Così come accade alla voce narrante di questo monologo sotto forma di lettere, in cui una nonna dà sfogo ai suoi pensieri attraverso la carta per dialogare con la nipote lontana che ha cresciuto come una figlia.
Dopo un ricovero in ospedale capisce che la sua vita non durerà molto a lungo e che se deve dire qualcosa deve farlo finché è in tempo. Così decide di scriverle per raccontarle tutto della sua vita e dei suoi pensieri e per trasmetterle gli insegnamenti della vita sperando che un giorno possa farne tesoro per trovare il suo posto nel mondo quando lei non ci sarà più.
Con una dolcezza e sincerità totale, i pensieri della voce narrante ci trascinano in una vita che potrebbe essere la nostra, mostrando qualche fugace momento familiare per poi ricostruire i moti dell'animo che conducono le persone a comportarsi in un determinato modo. Senza mai impietosire, ma rimanendo obiettiva sugli errori commessi, possiamo capire e perdonare persino noi stessi, perché ognuno di noi ha commesso sbagli e capirli aiuta a superare le conseguenze di ciò che abbiamo fatto o detto.
Come una zia amorevole, l'autrice ci trascina nella vicenda altalenante di questa donna, tra passato e presente, possiamo cogliere delle sfumature che ci permettono di riflettere su noi stessi, sui nostri cari e sul mondo che ci circonda. Semplice eppure incisivo, questo libro è un piccolo gioiello che seppur non dice niente di nuovo, riesce a colpire nel profondo e donare un momento di serenità nel confrontarci con una storia comune e difficile.
Ho letto questo libro in treno ed è stata la lettura giusta in quel momento, avevo bisogno di un testo che mi facesse sentire compresa, che parlasse per me, che affrontasse la dura realtà senza essere troppo dolorosa. Credo sia un libro leggero ma profondo, da leggere prima o poi per riflettere sulle piccole cose.

COSIGLI DI LETTURA DEL PORTALE:
PER CHI: ha voglia di una lettura veloce e semplice basata su sentimenti e importanti riflessioni sulla vita.
COLORE: rosso corallo
CLIMA E AMBIENTE: in una vecchia casa di famiglia d'estate

Voi lo avete letto? Che ne pensate?

7 commenti:

  1. ciao
    hai scelto una bellissima lettura. Libro che fa anche riflettere. Dico spesso: Va dove ti porta il cuore.
    Ho visto anche il film però non mi ha colpito come il libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che non sempre è facile da seguire questo consiglio :( Il film non l'ho visto ma non mi incuriosisce molto...

      Elimina
  2. Recensione bellissima **
    Io ho letto un pezzo di questo libro per caso, quest'estate. Infatti ero al mare e io e una mia amica abbiamo deciso di prendere un pedalò. Dopo esserci allontanate un po' dalla riva ci siamo fermate, lei ha tirato fuori questo libro, che doveva leggere per scuola, e io l'ho letto insieme a lei.
    Comunque prima o poi lo leggerò tutto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      Peccato che non sei riuscita a leggerlo tutto, quando ti ricapita fammi sapere che ne pensi :)

      Elimina
  3. libro letto tanti anni fa e l'ho apprezzato molto!
    sarebbe da rileggerlo in virtù del fatto che sono più grande!
    bellissima scelta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse rileggerlo ora avrebbe un diverso impatto su di te... Come concetti sono molto semplici eppure proprio per questo preziosi :)

      Elimina
  4. ciao avevo provato a leggerlo ma non mi ha colpito particolarmente.. forse devo leggerlo quando sarò ispirata e senza altri pensieri :)

    RispondiElimina

I commenti portano la magia sul blog.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...